Comodato uso gratuito: nuove disposizioni per l’anno di imposta 2016.

La legge di stabilità per l’anno 2016 (L. 28/12/2015 n. 208), ha modificato completamente la disciplina del comodato gratuito, prevedendo “una riduzione del 50 % della base imponibile”,in presenza di determinati requisiti:

  1. Il comodato è possibile solo tra genitori e figli e il beneficiario del comodato deve risiedere e dimorare abitualmente con il proprio nucleo familiare nell’immobile oggetto del comodato;
  2. L’immobile dato in comodato, non deve essere di lusso, quindi sono escluse le abitazioni appartenenti alle categorie catastali A- 1 – A8 – A-9;
  3. Il contratto di comodato, sia scritto che verbale, deve essere regolarmente registrato presso gli Uffici dell’Agenzia delle Entrate, con applicazione dell’imposta di registro di € 200,00, oltre a marche da bollo (1 marca da € 16,00 ogni quattro pagine);
  4. Il proprietario dell’immobile deve risiedere e dimorare abitualmente nello stesso comune in cui si trova l’immobile dato in comodato;
  5. Il proprietario dell’immobile non deve possedere più di due abitazioni in Italia, entrambe ubicate nello stesso Comune, di cui una data in comodato ed una destinata necessariamente ad abitazione principale del proprietario, nessuna delle due abitazioni deve appartenere alle categorie catastali A-1 , A-8 e A9 (immobili di lusso);

AVVERTENZA

Con nota prot. 2472 del 29/01/2016, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha chiarito che per far decorrere il beneficio della riduzione del 50 % della base imponibile dal 1°gennaio 2016, è necessario che i contratti di comodato verbali, già in essere a tale data, siano registrati in Agenzia delle Entrate entro il 1°marzo 2016.

Dopo tale data, vige la regola generale che il beneficio previsto per il contratto decorre dalal data di registrazione del contratto.

DICHIARAZIONE IMU/TASI

Per beneficiare dell’agevolazione sopra descritta è necessario altresì presentare la dichiarazione IMU 2016 (entro il 30/06/2017), non essendo più valide le certificazioni presentate negli anni passati.

Per ulteriori approfondimenti consultare il seguente link:

http://www.amministrazionicomunali.it/iuc/comodato_gratuito.php

 

Il responsabile del servizio

Dott.ssa SASSONE Filomena

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest
Pin It